sabato 22 aprile 2017

10 modi per innamorarsi


Non sono mai stata la prima della classe. Non sono mai stata neanche l'ultima.
Diciamo che mi collocavo in quella fascia intermedia che se la cavava facendo dell'arte della sopravvivenza una regola di vita.
Prendiamo per esempio le ore di letteratura: partivo sempre motivata per prestare attenzione, ma nel giro di dieci minuti mi ritrovavo a sfidarmi a sudoku diabolici con il mio compagno di banco. 
Lui era (e ho il sospetto che lo sia ancora) un matematico puro, pertanto allergico a seguire le materie umanistiche. Io non ho la stessa scusa, solo una soglia dell'attenzione decisamente bassa.
Però, ad una lezione sono stata attenta e non me la scorderò mai: quella sui topoi letterari.
Il topos è, per dirla in breve , un luogo comune, o meglio un elemento ricorrente in uno schema narrativo.
Alcuni esempi, per chiarirci, sono: il locus amoenus, ossia il giardino delle delizie o più in generale un posto piacevole; l'eroe dai poteri soprannaturali; la ricerca disperata di qualcosa; amore e morte; il sopravvissuto, eccetera...
Nell'ambito del romanzo rosa, dove l'amore (tanto o poco) non manca mai, ci sono degli inneschi consolidati che si ripetono e gettano le basi di quello che sarà il "vissero per sempre felici e contenti".
Questi che vi elenco sono dieci meccanismi, inquadrabili a mio parere come topoi del rosa, spesso utilizzati per scatenare l'amour.
#10 - Dei & mortali: apriamo in grande stile con un topos che arriva dritto dritto dal mito greco. Un Dio e una mortale, per un casuale incontro transdimensionale finiscono per innamorarsi mettendo a repentaglio le proprie posizioni con quello che è un amore impossibile. Il mito, oggi, è stato modernizzato e invece di dei dell'Olimpo, ci troviamo con attori di Hollywood o cantanti di fama internazionale che perdono la testa per una ragazza/o qualunque. Di solito la vita del "dio" prende il sopravvento stravolgendo quella del mortale. (Notting Hill docet)

#9 - Non è il momento: di solito la Lei protagonista è single per scelta (sua o di qualcun altro non fa differenza), ma il caso vuole che si incontri/scontri con il Lui. Dopo una resistenza iniziale perchè non vuole storie, finisce per cedere al batticuore.
#8 - La schiava sessuale: questo topos degli ultimi anni entra a gamba tesa in classifica. Lui è bello, ricco, potente e un po' pervertito. Lei è giovane e innocente. Il crudo sesso diventa amore e  la relazione iniziata per dovere/contratto finisce con riso e confetti. 


#7 - La regola dell'amico (non sbaglia maaaaai):  Lui e Lei sono amici (d'infanzia, di università, vicini di casa... come vi pare), sanno tutto uno dell'altro eppure non stanno insieme. Non ci hanno mai neanche pensato. Però, di punto in bianco, quasi sempre quando Lei o Lui comincia a frequentare qualcuno, l'amico/a inizia a sentire una gelosia apparentemente ingiustificata che lo porta a macchinare di ogni per far saltare la neocoppia. Di solito l'happy ending arriva quando Lei e Lui capiscono, in fondo, di essersi sempre amati. 

#6 - Questione d'onore: questo trick arriva direttamente dai rosa regency e period in generale. La Lei si ritrova con l'onore compromesso dopo essersi trovata in una situazione scandalosa. Ai tempi per "situazione scandalosa" bastava finire sole senza chaperon in una stanza in compagnia di un uomo. In questo caso, di solito il Lui è un libertino tra i più scaltri della città, con una grande fortuna ($plash the cash) e anche un titolo nobiliare. Lui e Lei, per riparare all'oltraggio e salvare il buon nome della giovane sono costretti a sposarsi e il libertino senza scrupoli finisce per innamorarsi perdutamente (mai successo in vita sua) della bella giovane virtuosa. 
#5 - D.I.D: Come non citare la "Damigella In Difficoltà" che salvata dal Lui eroico di turno finisce per innamorarsene. Di solito è rapita dal Cattivone o braccata da una squadra di loschi figuri che l'ha presa di mira. L'eroe è tenebroso, maledetto e con un passato oscuro. La salva, ma la tiene a distanza perché "Non vado bene per te" però la purezza della D.I.D. lo mette in ginocchio con il cuore in mano. Quasi sempre c'è una scena finale in cui lui rischia la vita con grande disperazione della D.I.D. che dichiara il suo amore a gran voce (La bella e la bestia vi dice niente?)

#4 - Quello/a sbagliato/a: all'inizio del romanzo, il Lui o la Lei di turno è già in coppia con qualcuno. Per una serie di (s)fortunati eventi, Lui o Lei incontrano L'altro e pur sapendo che stanno incasinando la loro vita, si buttano in una relazione clandestina che quando viene allo scoperto, scatena il pandemonio. Esempio universale: lei è fidanzata, si sta per sposare e s'innamora del testimone. All'altare, alla domanda fatidica "Vuoi tu prendere....?", risponde "No" e scappa con quel farabutto del testimone.
#3 - L'inganno: Lui e Lei s'incontrano in un contesto in cui uno dei due ha per volontà o necessità alterato la propria identità (ma quante belle rime!). Si sviluppa una relazione dove Lui o Lei finge di essere qualcun altro, e la verità si scopre solo alla fine, con  di liti furiose che portano ad una tempestosa separazione prima di una scenografica riconciliazione.

#2 - Complici: uno dei due protagonisti del romanzo deve uscire da una situazione scottante, quindi deve chiedere un favore al Lui (o Lei) per cavarsi d'impaccio. Nell'evolversi delle peripezie in cui si trovano coinvolti, Lui e Lei capiscono che sta crescendo qualcosa e finiscono per cedere alla passione.

#1- Odio-Amore: grande classico che non poteva non piazzarsi in testa alla classifica. I protagonisti per un motivo o per l'altro si detestano e passano gran parte del romanzo a farsene e dirsene di ogni, finché, puff, un'epifania fa svoltare la relazione tra i due. Dopo un primo rifiuto della realtà, Lui e Lei si abbandonano all'evidenza dell'attrazione.

Sicuramente di situation ne ho scordata qualcuna ma queste dieci da me elencate credo siano esaustive. Si accettano suggerimenti.
E voi? Quali di queste sono le vostre preferite? 

Nessun commento:

Posta un commento